Trimbach, l’eleganza dei vini alsaziani

20140317_103139Meta di oggi è Trimbach, a Ribeauville, dove la sala degustazione ci accoglie per scoprire i loro vini. Iniziamo con una serie di Riesling, partendo con il Réserve 2011, ottenuto da parcelle site sui pendii del paese. Colore di fine paglierino giovane dai riflessi verdolini, che approccia il naso con note floreali e minerali, con acacia, biancospino, cenni di mughetto, fruttato di pera kaiser. In bocca ha ottimo sprint fresco-sapido, calore ben contenuto, finale lungo e con cenni erbacei freschi, che denotano la gioventù di questo campione.

Ultimo nato della maison è il Riesling Selection de Vielle Vigne 2009, da specifici appezzamenti di Hunawihr e Ribeauville. All’olfatto è complesso, con un fruttato di pesca e mela che si mescola a note minerali di pietra, fiori di ginestra e un ricordo aromatico di salvia e timo limonato. Assaggio piacevole, il gusto si apre su tutta la bocca con freschezza, una mineralità elegante, con ricordi fini in corrispondenza all’olfatto. Gran classe e ancora molti anni davanti.

La Cuvèe Frederic Emile 2007 è il risultato dell’assemblaggio della migliore selezione di uve Riesling dei Grand Cru aziendali, Geisberg e Osterberg, posti proprio alle spalle dell’azienda. Il terreno calcareo trasmette piena mineralità a questo vino, che offre un bouquet ampio, dove a fiori bianchi, kiwi e pera si affiancano note balsamiche e cenni di tostatura. Al palato morde con la sua spina fresco-sapida, intenso e duro, da attendere ancora parecchi anni per conoscerne la migliore evoluzione, di cui oggi ci godiamo lo splendido potenziale, rigoroso ma elegante.

image

Ci lanciamo sul Pinot Gris, con il Reserve 2011, di profumi larghi e intensi, con frutti maturi, di mela, pere dolci, cotogne, un fresco muschio bianco e una zaffata di pietra focaia. In bocca conferma tutti i sentori, riempiendola a lungo, con finale un po’ spostato sulle morbidezze.

Maggiore appeal per il Pinot Gris Reserve Personelle 2008, dove il naso si impreziosisce di rose e glicine, oltre a note di frutti bianchi ed esotici e il netto timbro  minerale. Al palato lascia un certo residuo zuccherino che completa un quadro di grande equilibrio e godibilità, con ottima base fresco-sapida che prolunga infinitamente il finale, con ricordi di mandorla dolce, noci e pere. Intenso, elegante e golosamente gastronomico.

Sempre in tema Pinot Gris arriva nel calice il Vendage Tardive 1997, riempiendolo di fulgido oro brillante, e offrendo note di crema al limone, canditi di agrumi, cera, miele di girasole, pan d’epices, datteri e note di frutta tostata. Assaggio intenso e fine, dolce ma non troppo, ancora discreto supporto acido e vena sapida finale con lunga persistenza finemente amaricante, dove emerge appena il calore.

Altra storia il Riesling Vendage Tardive 2002, di olfatto fine, intrigante con sentori di tè, agrumi, miele di acacia, cenni balsamici. Al palato conquista col suo equilibrio, dove la freschezza fa la parte del leone per sostenere un corpo morbido, cremoso, dolce e ben articolato, lunghissimo in corrispondenza ai ricordi olfattivi. Parfait avec les fromages.

image

Chiudiamo con una vera chicca, il Riesling Clos Sainte Hune 2007, dal piccolo vigneto posto nel Cru Rosacker a Hunawihr, dove le vigne di circa 50 anni producono ricche uve traendo nutrimento dal suolo fortemente calcareo. Spremuta di sassi al naso, note eleganti di idrocarburi che diventano balsamico e terziario, con toni speziati di noce moscata. Al gusto è secco, di freschezza netta, nota minerale in evidenza, sapido, di finale lungo. Austerità, da attendere per almeno un altro decennio per la sua massima esplosione. Solo per veri amatori, anche per il prezzo piuttosto proibitivo.

Ci abbandoniamo poi a visitare paesini, tra i voli delle cicogne e il sole che scalda quest’aria primaverile, fermandoci per qualche altro assaggio, ma dopo le vette del Riesling di Trimbach il resto fatica a far scattare la scintilla.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...