5 vini bianchi per sfidare Caronte

caronteTutti i media ci avvisano dell’arrivo dell’ennesima ondata di calura africana, ormai battezzata come Caronte, ma noi winelover non possiamo farci trovare disarmati. Basta un frigo, o una boule piena di ghiaccio e sale, e qualche bella bottiglia ben selezionata per riuscire a godersi un ottimo bicchiere di vino che sia vero piacere e sollievo dall’oppressione del caldo.

Ecco cinque consigli freschi freschi:

1. Amor Mio 2014 – Marche Bianco IGT – La Staffa. La creazione più fresca e solare del Golden Boy del Verdicchio, il giovanissimo Riccardo Baldi, che qui dedica questa etichetta (fra l’altro bellissima) da uve Malvasia alla sua ragazza. I fiori ne disegnano la delicata aromaticità, con bei frutti gialli in sottofondo. Una bevuta dissetante e leggera, spensierata e fresca come due giovani innamorati.

2. Tèra 2014 – Romagna Trebbiano – Fondo San Giuseppe. Stefano Bariani ha in mano vecchie vigne di trebbiano su colline ventilate e ben esposte, coltivate in regime biologico, e ne ricava un Trebbiano che travalica i confini regionali, ridando dignità e valore a un vitigno svilito dalle produzioni di massa. Con 50 quintali/ettaro di resa non può che venire fuori la sapidità e il sapore fruttato di questo vino, che con l’annata 2014 si presenta succoso e slanciato, da stappare e godere in un pic-nic tra amici, o anche da soli, magari all’ombra di un albero.

3. Selvabianca 2014 – Vernaccia di San Gimignano – Il Colombaio di Santa Chiara. Se questo bianco mi ha fatto drizzare le antenne a Terre di Toscana, in mezzo a una schiera di rossi da far impallidire ogni appassionato, il motivo c’è, e sta in una espressività unica e golosa. E’ un tripudio di fiori ed erbe aromatiche, e persino frutti gialli maturi e agrumi. I suoi profumi sono gialli e arancioni, con qualche screziatura di verde, e torna tutto, all’ennesima potenza, nella bevuta, dove le papille fanno la ola e il palato chiederà ancora questo nettare, senza tregua.

4. San Piero 2013 – Friulano Colli Orientali – I Clivi. Il vino che forse incarna la beva quotidiana di un popolo abituato a bere come quello friulano. Un vino che non cerca voli pindarici tra acidità rasoianti e volume impattante, ma gioca piuttosto di eleganza e rotondità. E qui l’interpretazione è delle più eleganti e prospettiche. In primo piano fiori bianchi e note minerali di pietra focaia, espressione che è fusione delle vecchie vigne e del terroir dei Colli Orientali. Rinfrescato da note di menta, regala una bevuta rilassante e di gran pregio.

5. San Lorenz 2013 – Trentino Muller Thurgau – Bellaveder. Ho conosciuto questa cantina prima a Vinitaly, grazie al prezioso consiglio dell’amico Paolo Ianna, poi di persona tra le loro spettacolari vigne affacciate sulle Dolomiti. Qui la regola è un’agricoltura in armonia con la natura, e in cantina precisione e pulizia, cercando in ogni vitigno l’espressione più fedele. E così nasce questo Muller Thurgau, da alte vigne a Cavedine, che anche in questo caso rende onore a un vitigno relegato spesso a un ruolo di serie B. Qui esprime bel frutto tropicale fresco, note fini di erbe aromatiche e balsamiche, con beva coinvolgente e un finale saporito.

amor miowpid-20150711_125213.jpgselvabwpid-20150518_145043_hdr.jpgwpid-20150404_145849.jpg

Annunci

2 pensieri su “5 vini bianchi per sfidare Caronte

  1. E’ ora mai più di 10 anni che degusto.amico mio, ed ho sempre che attingere ogni volta che leggo una tua recensione, non bastano stelle cucite sul petto , concorsi o master vinti o a cui partecipi ( entrambi sappiamo il perché) per poter proiettare la tua conoscenza, tutto si racchiude nel sapere trasmettere la qualità oltre che di un prodotto, del territorio, valorizzando e capendo chi è come lavorano coloro che vi sono dietro e tanto impegno ci mettono per produrre tali metaviglie…
    Gilles Coffi Degboe

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...